Incontro sul futuro dell’industria

Confindustria Toscana Sud – sezione meccanica: incontro sul futuro dell’industria e proposte sul rinnovamento del CCNL

0
341
industria
stefano_franchi e gabriele_moretti
comunicati-stampa.com

Presente il Direttore di Federmeccanica Stefano Franchi. Tanti i temi affrontati nel corso della riunione alla quale erano presenti numerosi imprenditori toscani.
Si è parlato innanzitutto della situazione attuale della produzione metalmeccanica che nel periodo tra il 2007-2014 è diminuita del 30%, l’occupazione si è ridotta di 252.000 unità.
Una fotografia preoccupante guardando anche alla diminuzione del valore aggiunto pari a 18 punti percentuali.
All’interno di questi dati spiccano anche quelli legati alla produttività salita dello 0,9 % e quelli della quota di ricchezza destinata al fattore lavoro passata dal 65,2 % al 74,2 % e della quota dei profitti lordi scesi dal 34,8% al 25,8%.
Si è parlato molto della proposta di rinnovamento contrattuale, il Direttore di Federmeccanica ha illustrato le proposte portate avanti dall’associazione. In particolare sono stati affrontati gli elementi riguardanti: la conferma dei minimi per il 2016, la definizione di un salario minimo di garanzia, l’adeguamento dei minimi di garanzia a partire dal luglio 2017 sulla base dell’inflazione del 2016.
Il direttore Franchi ha illustrato anche le proposte in merito al collegamento delle quote salariali alla redditività ed alla produttività aziendale e alla valorizzazione della professionalità con l’introduzione di un elemento retributivo superando gli scatti di anzianità.
Sempre nell’ambito della valorizzazione del merito le proposte di Federmeccanica prevedono anche lo sviluppo di forme di partecipazione e condivisione di obiettivi aziendali. Grande attenzione anche ai profili legati al welfare: garanzia di copertura per il 100% dei lavoratori, aumento delle prestazioni ed estensione della copertura al nucleo familiare. Anche la formazione ha un importante ruolo nelle proposte di Federmeccanica, viene infatti previsto in particolare un diritto soggettivo a 24 ore di formazione in un triennio con il superamento della disciplina delle 150 ore.
Un incontro quindi ricco di spunti tematici e concreti che ha visto una viva partecipazione degli imprenditori valdelsani e non solo, importante infatti anche la presenza dell’industria aretina con la partecipazione di MESA SRL, nella figura del suo Amministratore Unico, Gabriele Moretti che ricopre anche la carica di Presidente della locale sezione Meccanica; con lui l’ing.Paolo Moretti, Presidente della Holding Saima Spa, (SAIMA SICUREZZA e SAIMA MECCANICA) a dimostrazione dell’importanza e della riuscita dell’evento.
L’imprenditoria della Val d’Elsa, che rappresenta da sempre una realtà industriale importante della Toscana, in particolare Paolo Bicci, AD di S.E.A., ha ricordato come proprio la Valdelsa esprima nel settore della produzione di camper l’80% del volume fatto in Italia. Il nostro paese è il terzo nella produzione in questo settore a livello europeo. La S.E.A. è in questa area della Toscana l’azienda più grande capace, grazie ad una forte dinamicità, di continuare a crescere in un mercato complesso.

SOURCEComunicati Stampa
SHARE
Previous articleDigital marketing: spinta design e arredo made in Italy nel mondo
Next articleSicurezza nella scuola: i compiti del dirigente scolastico
Francesca Granatiero nasce a San Giovanni Rotondo, classe 1988. Frequenta il Liceo Scientifico a Manfredonia per poi intraprendere, conseguito il diploma, la facoltà di Ingegneria Gestionale presso il Politecnico di Bari. Iscrittasi al corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale presso lo stesso Politecnico di Bari consegue il titolo di Esperto in sistemi (SGA) per la gestione delle PMI. Diventa referente e scrittrice per la rivista Close-up Engineering nel settembre 2014 ad oggi. Consegue la laurea in Ingegneria Gestionale Magistrale nel dicembre 2015. Pur avendo un’impronta scientifica e assorta nell’ affascinante mondo dell’ingegneria, è molto appassionata di letteratura classica. D’indole “sognatrice” nel tempo libero ama leggere e viaggiare.

LEAVE A REPLY