La Walt Disney Company sta effettuando una colossale ristrutturazione delle proprie divisioni. L’obiettivo principale è quello di intercettare ancora meglio il cambiamento delle abitudini degli utenti, puntando sullo streaming video onlineDisney ha creato una nuova divisione che si occuperà del servizio in streaming (in arrivo nel 2019) e della distribuzione internazionale dei contenuti. Kevin Mayer, chief strategy officer, gestirà le operazioni. Il servizio in streaming sarà inizialmente disponibile negli Stati Uniti e solo in seguito si espanderà anche oltre oceano.

Il Ceo Robert Iger in un comunicato ha affermato:

stiamo strategicamente posizionando le nostre attività per il futuro, creando una struttura globale e più efficace per servire i nostri clienti nel mondo, per aumentare la crescita e per massimizzare il valore per i soci

Le manovre di Disney

Streaming
nerdplanet.it

In attesa dell’approvazione dei diversi organismi antitrust statunitensi all’acquisto di 21st Century Fox per la cifra di 52,4 miliardi di dollari, la Disney si è impegnata in un riassetto strategico.

Ci saranno quattro segmenti, tante quante le divisioni attuali: quelle dello studio cinematografico e delle rete tv resteranno tali. le divisioni preesistenti dei parchi a tema e dei prodotti al consumo verranno invece unite sotto un unico tetto chiamato “Parks, Experiences and Consumer Products”.

Ad esse si aggiungerà il nuovo segmento chiamato “Direct-to-Consumer and International“, dentro cui finiranno le attività media internazionali del gruppo, la quota nel servizio di video in streaming Hulu e i servizi in streaming che verranno lanciati.

I cambiamenti saranno visibili a bilancio dall’inizio dell’anno fiscale 2019 (il primo trimestre dell’esercizio 2018 è stato chiuso il 30 dicembre 2017 e i risultati sono stati annunciati il 6 febbraio scorso).

Con queste mosse, la compagnia di topolino, è pronta a sfidare Netflixe Amazonnello streaming video online.

LEAVE A REPLY