Commercio elettronico: l’impatto sulla logistica

Efficienza e miglioramento del customer service grazie agli acquisti on line

0
6066
Logistica e trasporti, commercio, Close-up Engineering
sdsp.it

Il termine logistica nasce nel contesto militare per indicare quella sezione che si occupa di organizzare, in particolare, il trasporto e la distribuzione dei viveri, dei materiali necessari e delle munizioni, provvedendo anche alle operazioni di manutenzione e riparazione più semplici.

Nel campo della gestione d’impresa la logistica è quella disciplina che si occupa di svolgere prevalentemente tre funzioni:

  • Gestione dei materiali (approvvigionamento delle materie prime e componenti)
  • Gestione della produzione (programmazione, fabbricazione, assemblaggio e controllo)
  • Gestione della distribuzione (movimentazione, stoccaggio, trasporto, imballo, ricezione e spedizione, assistenza post-vendita ai clienti)

L’obiettivo fondamentale di questa disciplina è quello di garantire il più alto livello di servizio al cliente, fornendo prodotti di alta qualità con rapidi tempi di risposta e costi contenuti.

Attualmente gli attuali sviluppi del commercio elettronico, visto come l’ultima opportunità competitiva messa disposizione dalle imprese operanti nel settore della information technology, hanno consentito alle imprese di raggiungere obiettivi sorprendenti: riduzione dei tempi di circolazione e di raccolta delle informazioni riguardanti necessità, gusti e bisogni del cliente; maggiore soddisfazione per la drastica riduzione dei tempi di attesa e del lead time sia di approvvigionamento che di distribuzione.

Le imprese operanti nei settori quali quello dell’abbigliamento ( ad esempio Zara, Benetton, H&M), dell’elettronica di consumo e dell’editoria (vedi Amazon) sono riuscite a registrare un incremento vertiginoso delle vendite, ottenendo e riuscendo a mantenere  un vantaggio competitivo senza precedenti.

La diffusione degli acquisti e delle vendite online ha fatto nascere una sorprendente richiesta, da parte delle multinazionali, di figure professionali esperte di logistica che, in un connubio perfetto, riescano a gestire e sfruttare al massimo competenze informatiche, economiche e di ingegneria gestionale e quelle più pratiche rese sempre più distintive dall’esperienza sul campo.

Le funzioni attive oggi sono: Responsabile trasporti, Responsabile piattaforma logistica, Responsabile logistica distributiva, Responsabile logistica di stabilimento, Group logistic director, Supply Chain manager, Supply Chain director. Gli stipendi annuali toccano cifre che, in ordine per le figure su menzionate, oscillano fra i 35.000 e i 150.000 euro l’anno.

Source image: cadenadesuministro.es

©Close-up Engineering  – Tutti i diritti riservati

 

 

 

 

 

 

SHARE
Previous articleCos’è l’Ingegneria Gestionale?
Next articleTrasporto pneumatico dei rifiuti: innovazione e sostenibilità ambientale
Francesca Granatiero nasce a San Giovanni Rotondo, classe 1988. Frequenta il Liceo Scientifico a Manfredonia per poi intraprendere, conseguito il diploma, la facoltà di Ingegneria Gestionale presso il Politecnico di Bari. Iscrittasi al corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale presso lo stesso Politecnico di Bari consegue il titolo di Esperto in sistemi (SGA) per la gestione delle PMI. Diventa referente e scrittrice per la rivista Close-up Engineering nel settembre 2014 ad oggi. Consegue la laurea in Ingegneria Gestionale Magistrale nel dicembre 2015. Pur avendo un’impronta scientifica e assorta nell’ affascinante mondo dell’ingegneria, è molto appassionata di letteratura classica. D’indole “sognatrice” nel tempo libero ama leggere e viaggiare.

LEAVE A REPLY